I giochi educativi per bambini per stimolare l’apprendimento

Il gioco è un ottimo strumento per l’apprendimento in età infantile, utilizzabile non solo dalle insegnanti a scuola, ma anche dai genitori, per far divertire i loro bambini e imparare nuove nozioni e abilità allo stesso tempo. Esistono molti giochi didattici ed educativi che possono essere svolti con facilità e risultati notevoli, anche avendo a disposizione poco materiale e poco spazio.

Introduzione breve ai giochi educativi per bambini

Nel corso degli anni, psicologi, filosofi e pedagoghi hanno sottolineato l’importanza del gioco nei processi di apprendimento. Per citare Jean Piget, uno dei primissimi studiosi dei meccanismi cerebrali infantili, “I bambini non giocano per imparare, ma imparano perché giocano”. Giocare è, infatti, un istinto, una tendenza naturale, innata, insita in ogni bambino, e rappresenta il loro modo di scoprire e comprendere il mondo, nonché di relazionarsi ai propri simili.

Attraverso i giochi, i bambini accrescono le loro capacità sociali, perfezionano il linguaggio e incoraggiano lo sviluppo intellettivo, imparano a cooperare e a rispettarsi reciprocamente, e migliorano le loro capacità cognitive. Senza contare il fatto che giocare in un contesto ricco di affetto e di rispetto potenzia il senso di sicurezza e l’autostima dei più piccoli.

Perché i giochi educano il bambino

I giochi costituiscono uno strumento di importanza fondamentale per i bambini di tutte le fasce d’età: attraverso il gioco, i bimbi imparano a conoscere sé stessi, l’ambiente che li circonda, e a relazionarsi con gli altri, prima con i propri genitori e familiari più stretti, e poi con i loro coetanei e gli altri bambini in generale. Il gioco rappresenta, infatti, un intermediario tra i più piccoli e la realtà che li circonda, aiutandoli ad esplorarla, comprenderla e modificarla attraverso la stimolazione dello sviluppo delle loro capacità psico-motorie, ma anche di quelle emotive e psicologiche, come la creatività e la fantasia.

Inoltre, si potrebbe paragonare l’atteggiamento che i bambini sviluppano nei confronti del gioco a quello che gli adulti hanno nei confronti del loro lavoro: i giochi, per i bambini, rappresentano uno strumento essenziale di conoscenza e confronto che, nell’età dello sviluppo, serve per capire come funzionano le cose e i rapporti con gli altri.

Cosa fare per intrattenere i bambini?

Genitori e insegnanti possono aiutare i bambini a gestire e impiegare in maniera utile e divertente il loro tempo libero proponendo giochi didattici ed educativi, che i bimbi possono svolgere da soli o in gruppo, e che li aiutino a sviluppare la loro intelligenza, memoria, capacità di concentrazione e intuizione, per unire lo scopo ricreativo a quello didattico. Inoltre, per intrattenere i bambini in maniera proficua, è importante coinvolgerli in attività che li incoraggino a comprendere e memorizzare termini e nozioni sempre più complessi attraverso giocattoli e attività giocose che stimolino la loro voglia di apprendere.

Innanzitutto, è importante informarsi e documentarsi sul materiale necessario e predisporre lo spazio di gioco, essere capaci di spiegare le regole di base e disposti a mettersi in gioco per partecipare attivamente al processo di scoperta e apprendimento dei bambini; inoltre, può rivelarsi utile corredare il gioco didattico di qualche elemento che li stimoli e accenda la loro attenzione, come il movimento, magari all’aria aperta, o lo svolgimento di attività manuali.

Quali sono i giochi educativi per bambini?

I migliori giocattoli educativi per bambini sono quelli che aiutano ad introdurre nella vita del bambino i primi concetti nozionistici, magari legati ai numeri, alle lettere dell’alfabeto e alle regioni italiane. In questa categoria, Globo offre:

  • Betta simpatica torretta: una torre impilabile che stimola la coordinazione occhio-mano e contribuisce a sviluppare le capacità motorie;
  • Lola la pianola: premendo i tasti disposti sulla tastiera, la pianola riproduce i versi degli animali insieme a melodie coinvolgenti;
  • Pianola arcobaleno baby: per imparare a distinguere le note musicali e comporre nuove canzoni;
  • Multiattività fantasia: un tavolino che dispone di tanti giochi diversi con cui far scoprire il mondo, stimolare le abilità e la logica e sviluppare il tatto e l’udito;
  • Primi passi e attività: formine da inserire che aiutano il bambino a riconoscere gli incastri, sviluppando la capacità di coordinazione e l’apprendimento delle lettere.

Potrebbe interessarti