Maschere di carnevale tra storia e fantasia

Maschere di carnevale tra storia e fantasia

Le maschere di carnevale hanno una storia ricca e affascinante che risale a secoli fa. Vi siete mai chiesti quali siano le origini e le caratteristiche delle più famose maschere d’Italia? La commedia dell’arte in quanto forma del teatro improvvisato coinvolgeva attori mascherati in scenette comiche e spesso satiriche. Le maschere di carnevale come le conosciamo oggi erano all’epoca le più distintive della Commedia dell’Arte. Vediamo insieme le origini e alcune curiosità delle principali maschere italiane.  

ARLECCHINO – Arlecchino è uno dei personaggi più noti della Commedia dell’Arte. Il suo nome derivara dal termine “arlecchino” in dialetto bergamasco, che significa “piccolo diavolo”. Arlecchino è un servo astuto e ingenuo, riconoscibile per il suo costume a scacchi multicolori e la sua maschera nera con un naso appuntito.

  •  Origini: Arlecchino è spesso considerato il servo sciocco e ingenuo. Il personaggio ha le sue origini nelle regioni settentrionali dell’Italia, in particolare a Bergamo. 
  • Aneddoti: il costume a scacchi di Arlecchino riflette la sua natura frastornata e frammentata. La sua maschera nera con un naso appuntito è diventata un’icona del teatro comico.

PILCINELLA Pulcinella è un personaggio di Napoli che ha fatto parte della Commedia dell’Arte. È spesso raffigurato con un viso bianco, un naso adunco e vestito con abiti bianchi e neri. Pulcinella è noto per il suo comportamento impulsivo, le buffonate e la sua voce stridente. Il personaggio ha avuto un impatto significativo sulla cultura napoletana.

  • Origini: Pulcinella è originario di Napoli e il suo nome deriva da “pulcino”. Il personaggio è noto per la sua personalità impulsiva e per il suo aspetto distintivo con il viso bianco e il naso adunco.
  • Aneddoti: la figura di Pulcinella ha avuto un impatto significativo sulla cultura napoletana, ispirando anche la figura di Punch nell’Inghilterra del XVII secolo.
  •  

DOTTORE – Il Dottore è un personaggio che rappresenta l’arroganza e l’ignoranza del sapere. Solitamente interpretato come un medico, professore o avvocato, il Dottore indossa abiti eleganti e una maschera con un naso lungo. Il personaggio è spesso oggetto di satire per la sua presunzione e la sua mancanza di competenza.

  • Origini: il Dottore rappresenta la figura di un uomo istruito e sapiente, spesso un medico, avvocato o professore. La sua maschera presenta un naso lungo e un’espressione severa.
  • Curiosità: spesso è una figura di caricatura delle istituzioni accademiche dell’epoca. La sua presunzione e il suo linguaggio pomposo erano oggetto di satira.
  •  

PANTALONE – Pantalone è un mercante veneziano, noto per essere avaro e lussurioso. Il personaggio indossa spesso un abito rosso scuro, con pantaloni stretti e un cappello a punta. La sua maschera presenta un naso lungo e una barba. Pantalone rappresenta la vecchia generazione e i suoi difetti, come l’avidità e la bramosia.

  • Origini: Pantalone è un mercante veneziano noto per la sua avarizia e lussuria. Il personaggio indossa abiti eleganti, pantaloni stretti e un cappello a punta.
  • Aneddoti: Pantalone è spesso ritratto come un vecchio ricco ma gretto. Il suo nome potrebbe derivare dalla parola “pantalon,” che significa pantaloni in francese, riflettendo il suo caratteristico modo di vestire.
  •  

COLUMBINA – Columbina è spesso una serva intelligente e astuta. Il suo nome significa “piccola colomba”, e il personaggio è noto per la sua grazia e agilità. Columbina è una figura femminile che gioca spesso un ruolo centrale nelle intrecciate relazioni amorose della Commedia dell’Arte.

  • Origini:  Da antica schiava Colombina nel ‘500 diventa la Servetta complice interessata nei sotterfugi domestici e amorosi della padrona. 
  • Curiosità: Columbina è una figura femminile che spesso assume il ruolo di mediatrice nelle intricatissime relazioni amorose della Commedia dell’Arte. La sua agilità e la sua astuzia la rendono un personaggio centrale nelle trame.
  •  

La Commedia dell’Arte ebbe un’influenza duratura sulla storia del teatro, e molte delle maschere e dei personaggi creati in quel contesto sono ancora riconosciuti oggi da grandi e piccini come le “maschere di carnevale”. Oltre al palcoscenico, queste maschere hanno ispirato diverse forme di espressione artistica e culturale in tutto il mondo.

 

Globo Giocattoli – #LiberidiCuriosare