Ritenzione idrica in gravidanza: alcuni rimedi per migliorare la soluzione

In gravidanza, alcune mamme potrebbero iniziare a soffrire di ritenzione idrica o notare un peggioramento se già presente. Si tratta di una condizione piuttosto diffusa quando si è in dolce attesa: sembrerebbe che ben il 70% delle donne incinta ne soffra, con gonfiore che si presenta soprattutto nelle gambe, mani e piedi. I cambiamenti ormonali, l’aumento di peso e la maggiore pressione sanguigna infatti, possono portare al ristagno di liquidi nei tessuti e alla formazione di cellulite. Niente panico se rientrate in questa casistica! Ecco cosa sapere a riguardo e quali rimedi adottare.

La ritenzione idrica in gravidanza

Come abbiamo già anticipato, si tratta di una condizione molto diffusa che si verifica soprattutto negli ultimi mesi di gravidanza, e le cause possono essere molteplici: dai cambiamenti ormonali, alla variazione della composizione plasmatica, fino all’aumento di peso tipici della gestazione. Generalmente, la ritenzione idrica mentre si è in dolce attesa porta a gonfiore agli arti inferiori, ai glutei, alle mani, ai piedi e, a volte, anche al viso. Il gonfiore comporta poi pelle lucida e la formazione di piccole concavità se si attua una leggera pressione nella zona interessata, con effetti intensificati durante i mesi estivi. Non è assolutamente una condizione problematica, ma una semplice conseguenza della trasformazione che il corpo subisce in gravidanza. Di seguito, trovate alcune delle cause più diffuse:

  • Aumento del progesterone: nel corso della gravidanza e soprattutto durante il primo trimestre, il corpo produce più progesterone. Ciò aumenta la vasodilatazione che, a sua volta, causa ristagno dei liquidi e gonfiore.
  • Cambiamenti metabolici: in gravidanza, il metabolismo rallenta e avvengono alcune modifiche a livello di funzionalità dei reni che porta a edemi e ritenzione idrica soprattutto alle gambe.
  • Aumento del flusso sanguigno: affinché il feto abbia sufficiente nutrimento, aumenta il flusso sanguigno da e verso l’utero. In questo modo il circolo venoso è sovraccaricato e possono formarsi gonfiori. Inoltre, l’utero, aumentando di volume nel corso della gravidanza, schiaccia i vasi sanguigni delle gambe rendendo più difficoltoso il ritorno venoso.
  • Aumento di peso: anche il naturale aumento di peso può causare il rallentamento della circolazione venosa, causando ritenzione idrica e cellulite.

Come ridurre la ritenzione idrica in gravidanza?

Il modo migliore per ridurre la ritenzione idrica in gravidanza è favorire la circolazione sanguigna: ad esempio, quando si è sdraiate, si dovrebbero tenere le gambe leggermente sollevate, magari appoggiandole su uno o più cuscini. È importante poi, specialmente nell’ultimo trimestre, evitare di trascorrere troppo tempo in piedi, avendo cura di utilizzare scarpe che non stringano troppo il piede. È consigliabile inoltre ridurre il consumo di sale, mangiare tanta frutta e verdura e bere almeno due litri di acqua al giorno, così da stimolare la diuresi e contrastare il classico ristagno di liquidi, effettuando dei massaggi linfodrenanti nelle parti del corpo interessate dalla ritenzione. Inoltre, previa approvazione medica, eseguire una leggera ma costante attività fisica può rivelarsi molto utile per contrastare la ritenzione idrica: basta anche solo una semplice passeggiata giornaliera di mezz’ora ad esempio.

Come sgonfiare gambe e piedi in gravidanza?

Se il gonfiore interessa in particolare modo le gambe e i piedi in gravidanza, i consiglio più utili riguardano l’idratazione, che deve essere costante per ridurre il gonfiore da edema, l’alimentazione (è consigliabile assumere cibi diuretici, come sedano, carciofi, carote, cetriolo, pomodori, zenzero e limone e ad alto contenuto proteico), la riduzione di zuccheri, l’utilizzo di calze compressive (da utilizzare al mattino prima di svegliarsi ad esempio) e il linfodrenaggio (utile per riportare il fluido alla circolazione generale e per aiutare l’escrezione attraverso i reni). Si tratta di piccole azioni quotidiane che possono fare una grande differenza!

Potrebbe interessarti